0 / 0
Torna alla versione inglese della documentazione
Archiviazione oggetti per spazi di lavoro

Archiviazione oggetti per spazi di lavoro

Devi scegliere un'istanza IBM Cloud Object Storage quando crei uno spazio di lavoro di progetto, catalogo o spazio di distribuzione. Le informazioni memorizzate in IBM Cloud Object Storage sono crittografate e resilienti. Ogni spazio di lavoro ha il proprio bucket dedicato.

Puoi codificare l'istanza Cloud Object Storage che utilizzi per gli spazi di lavoro con la tua chiave. Vedi Codifica IBM Cloud Object Storage con la tua chiave. Le ubicazioni in ogni profilo utente devono includere l'ubicazione Globale per consentire l'accesso a Cloud Object Storage.

Quando crei uno spazio di lavoro, il bucket Cloud Object Storage assume come valore predefinito la resilienza regionale. I bucket regionali distribuiscono i dati tra diversi data center che si trovano nella stessa area metropolitana. Se uno di questi data center subisce un'interruzione o una distruzione, la disponibilità e le prestazioni non vengono influenzate.

Se sei il proprietario o l'amministratore dell'account, amministra Cloud Object Storage dalla pagina Resource list> Storage nel pannello di controllo IBM Cloud . Ad esempio, puoi caricare e scaricare asset, gestire bucket e configurare credenziali e altre impostazioni di sicurezza per l'istanza Cloud Object Storage .

Segui questa procedura per gestire l'istanza Cloud Object Storage su IBM Cloud:

  1. Selezionare un progetto dall'elenco Progetto.
  2. Fare clic sulla scheda Gestisci .
  3. Nella pagina Generale , individua la sezione Archiviazione che visualizza il nome del bucket del progetto.
  4. Seleziona Manage in IBM Cloud per aprire l'elenco Buckets di Cloud Object Storage .
  5. Selezionare il nome bucket per il progetto per visualizzare un elenco di asset.
  6. Contrassegnare un asset per scaricarlo o eseguire altre attività come necessario.

Guarda questo video per vedere come gestire un'istanza di archiviazione oggetti.

Disclaimer video: alcuni passi secondari ed elementi grafici in questo video potrebbero essere diversi dalla propria piattaforma.

Questo video fornisce un metodo visivo per apprendere i concetti e le attività in questa documentazione.

  • Ora Trascrizione
    00:00 Questo video mostra come gestire un'istanza di IBM Cloud Object Storage .
    00:06 Quando crei un progetto Watson Studio , al progetto viene associata un'istanza IBM Cloud Object Storage .
    00:15 Nella scheda Gestisci, vedrai l'istanza di archiviazione oggetti associata e avrai l'opzione di gestirla in IBM Cloud.
    00:24 IBM Cloud Object Storage utilizza i bucket per organizzare i dati.
    00:30 Puoi vedere che quest' istanza contiene un bucket con il prefisso "jupyternotebooks", che è stato creato quando è stato creato il progetto "Jupyter Notebooks".
    00:41 Se apri quel bucket, vedrai tutti i file che hai aggiunto a quel progetto.
    00:47 Da qui, puoi eseguire il download di un oggetto o eliminarlo dal bucket.
    00:53 È anche possibile visualizzare l'URL SQL dell'oggetto per accedere a tale oggetto dall'applicazione.
    01:00 È possibile aggiungere oggetti al bucket da qui.
    01:03 Basta sfogliare per selezionare il file e attendere che venga caricato nella memoria.
    01:10 E poi quel file sarà disponibile nel riquadro File slide-out nel progetto.
    01:16 Creiamo un bucket.
    01:20 È possibile creare un bucket standard o di archivio, in base alle impostazioni predefinite, oppure creare un bucket personalizzato.
    01:28 Fornisci un nome bucket, che deve essere univoco nel sistema IBM Cloud Object Storage .
    01:35 Selezionare una resilienza.
    01:38 La regione fornisce una maggiore disponibilità e durata e la regione fornisce prestazioni più elevate.
    01:45 L'opzione Sito singolo distribuirà i dati solo sui dispositivi all'interno di un singolo sito.
    01:52 Selezionare quindi l'ubicazione in base alla prossimità del carico di lavoro.
    01:57 Successivamente, selezionare una classe di memorizzazione, che definisce il costo di archiviazione dei dati in base alla frequenza di accesso.
    02:05 Smart Tier fornisce l'ottimizzazione automatica dei costi per lo storage.
    02:11 Standard indica l'accesso frequente.
    02:14 Vault è per un accesso meno frequente.
    02:18 E Cold Vault è per un accesso raro.
    02:21 Ci sono altre impostazioni facoltative per aggiungere regole, chiavi e servizi.
    02:27 Per ulteriori informazioni su queste opzioni, fare riferimento alla documentazione.
    02:32 Quando sei pronto, crea il bucket.
    02:35 E, da qui, è possibile aggiungere file a quel bucket.
    02:40 Sul pannello delle politiche di accesso, puoi gestire l'accesso ai bucket utilizzando le politiche IAM - Identity and Access Management.
    02:50 Sul pannello di configurazione, troverai informazioni sulle chiavi di crittografia Key Protect , nonché sul CRN dell'istanza del bucket e sugli endpoint per accedere ai dati nei bucket dalla tua applicazione.
    03:01 È anche possibile trovare alcune delle stesse informazioni nel pannello Endpoint.
    03:06 Nel pannello delle credenziali del servizio, troverai l'API e le chiavi di accesso per l'autenticazione con la tua istanza dalla tua applicazione.
    03:15 Puoi anche collegare l'archiviazione oggetti a un'applicazione Cloud Foundry , controllare i dettagli di utilizzo e visualizzare i tuoi dettagli del piano.
    03:26 Trova ulteriori video nella documentazione Cloud Pak for Data as a Service .

Ulteriori informazioni

Argomento principale: Creazione di un progetto

Ricerca e risposta AI generativa
Queste risposte sono generate da un modello di lingua di grandi dimensioni in watsonx.ai basato sul contenuto della documentazione del prodotto. Ulteriori informazioni